PD a Formigine vuol dire fare politica per la gente, fra la gente. Una storia fatta da persone messe nei giusti posti per amministrare bene e ripartire forte dopo anni duri.

Il PD a Formigine è stato, è e sarà sinonimo di professionismo nella pubblica amministrazione. Le ultime elezioni, vinte con 11.639 voti, hanno dato la possibilità alla neo sindaca Costi di portare questo concetto ai massimi livelli, mettendo nei ruoli di assessore gente con grande esperienza nel settore privato. Un ingegnere all’Urbanistica, un imprenditore ai servizi produttivi, un professore alla Cultura, una project manager agro ambientale al Settore Agricolo e a “caccia” di fondi Europei. Una competenza che si è espressa nella pratica con nuove opere urbanistiche, nuovi centri di formazione specializzati, nuovi gemellaggi e tanti nuovi eventi a colorare il centro della rinnovata Piazza del Castello, invidiata da tutti i comuni del distretto. 

Sempre nella logica della competenza e del buon senso, Maria Costi ha delegato a sé stessa la gestione del Bilancio, ruolo da lei già ricoperto come assessore durante la passata amministrazione. I risultati sono sotto gli occhi di tutti e da tutti consultabili sul sito del Comune: 15 milioni di debito in meno e un aumento del patrimonio pubblico stimato a 214 milioni. Non esattamente bruscolini.

La crescita e lo sviluppo delle opere urbanistiche e del tessuto urbano a Formigine sono regolate attraverso una oculata pianificazione, frutto di grande lavoro iniziato nella scorsa amministrazione e che punta a rivoluzionare il ruolo di Formigine nel Distretto Ceramico, rendendola centro di passaggio nevralgico in cui troveranno spazio eventi e idee, con un occhio particolare al sociale e alla sostenibilità ambientale. Ed è proprio su questo tema che si vuole puntare nella nuova Agenda Formigine 2030: rendere la sostenibilità ambientale il centro attorno a cui far gravitare tutte le azioni della prossima amministrazione comunale. In parte questa filosofia sta già dando i propri frutti, il Piano Urbano di Mobilità Sostenibile condiviso con i comuni circostanti mette al centro un nuovo tipo di locomozione per mezzi e persone, cercando di favorire il trasporto su rotaia o tramite bicicletta e mezzi pubblici. Un chiaro segnale di attenzione per andare nella giusta direzione.

Puntare in alto significa anche alzare lo sguardo e cogliere quanto di bello arriva dai nostri vicini europei. L’ultimo gemellaggio con Kilkenny ne è la prova: Formigine vuole avere un respiro globale.

Credits: Maria Golinelli, Daniele Ferrero, Davide Lombardi, Matteo Manghi, Giulia Santunione, Chiara Vecchio Nepita, Marco Nosotti
Musica: Sad Moments by Ketsa

Copy link
Powered by Social Snap